Mese: dicembre 2016

Buon 2017… con un breve ricordo al 2016

Quello che passa è stato un’altro anno molto intenso. Il nuovo anno, che si appresta ad iniziare, penso  non sarà da meno.

Ho “aperto” questo nuovo blog un anno fa. Era il primo gennaio 2016,  pochi giorni dopo scrivevo sul perché tentavo di ripartire a tenere un blog:  “Mi mancava la curiosità di leggere tra blog e giornali per scovare notizie che non sono  da prima pagina e scrivere il mio pensiero in merito,  mi manca il tentativo di  rimane aggiornato con i social, e per questo ho deciso di comprare un dominio ed un host per avventurarmi nella gestione di uno spazio in modo un po più autonomo. 

Dopo un anno devo dire che non sono riuscito a fare quello che mi ero prefisso, ma ho tenuto abbastanza aggiornato questo blog, che non ha ancora un taglio ben definito, ed ho deciso di rinnovare l’abbonamento con il provider. Vediamo come mi comporterò nel nuovo anno.

Per ricordare questo 2016 potevo linkare qualche post significativo ma ho preferito riportare alcune foto che ho pubblicato sul mio profilo instagram. Non sono completamente esplicative dell’anno ma lo ricordano in gran parte. Del 2016  ho il ricordo  di un anno molto pieno ed intenso, difficile da sintetizzare in poche righe e/o foto.

#eroica #eroicagaiole #eroica2016 #bici #bike #vintage #vintagestyle #toscana #tuscany #tuscanygram #volgoitalia #volgosiena #tuscanwine #chianti #tuscancountryside#bastaunsi #piazzadelpopolo #referendum #roma #pd #sivainpiazza #italia

Piazza Garibaldi a #lastraasigna #bolledisapone #florence #firenze #toscana #tuscany #igers #igersitalia #italy #iloveitaly #igersfirenze #igerstoscana #igtravel #italiainunoscatto #littlefirenze #art #architecture #style #fun #turismo #turist #good #italy_photolovers #ig_firenze #besttoscanapics #visitflorence #tuscanybuzz #loves_madeinitaly #theflorentine #discovertuscany

y

La musica dei #grammofoni #music #genre #song #songs #lirica #melody #caruso #pop #love #rap #dubstep #instagood #beat #beats #jam #myjam #party #partymusic #newsong #lovethissong #remix #favoritesong #bestsong #photooftheday #bumpin #repeat #listentothis #goodmusic #instamusic

 

A Forte Belvedere la mostra di #Fabre #florence #firenze #toscana #tuscany #igers #igersitalia #italy #iloveitaly #igersfirenze #igerstoscana #igtravel #italiainunoscatto #littlefirenze #art #architecture #style #turismo #turist #good #beutiful #italy_photolovers #ig_firenze #besttoscanapics #visitflorence #tuscanybuzz #loves_madeinitaly #theflorentine #discovertuscany

#luna mattutina sul monte #cevedale #nature #sky #sun #summer #beautiful #pretty #sunset #sunrise #blue #flowers #night #tree #twilight #clouds #beauty #light #cloudporn #photooftheday #love #green #skylovers #dusk #weather #day #iphonesia #mothernatureEgisto Ferroni L'incontro tra Piero Capponi e Carlo VIII (1862). Sala Consiliare del Comune di Lastra a Signa. #lastraasigna #florence #firenze #toscana #tuscany #igers #igersitalia #italy #iloveitaly #igersfirenze #igerstoscana #igtravel #italiainunoscatto #littlefirenze #art #architecture #style #turismo #turist #good #beutiful #arte #ig_firenze #besttoscanapics #visitflorence #tuscanybuzz #loves_madeinitaly #theflorentine #discovertuscany

Una visita ad #Assos . Visiting Assos. #kefalonia #cefalonia #greece #grecia #travel #traveling #TagsForLikes #TFLers #vacation #visiting #instatravel #instago #instagood #trip #holiday #photooftheday #fun #travelling #tourism #tourist #instapassport #instatraveling #mytravelgram #travelgram #travelingram #igtravel

#brexit #sanbenedetto #europa #unioneeuropea #ig_italia #ig_umbria #igers #igersitalia #italy #iloveitaly #igtravel #italiainunoscatto #art #architecture #style #fun #turismo #turist #good #beutiful #rinascimento #tuscanybuzz #loves_madeinitaly #theflorentine

#münster #caruso #lastraasigna #enricocaruso #museocaruso #music #song #songs #melody #hiphop #rnb #love #dubstep #instagood #beat #beats #jam #rap #lirica #lovethissong #remix #favoritesong #bestsong #photooftheday #bumpin #repeat #listentothis #goodmusic #instamusic

 

#spedaletto #valdorcia #ig_siena #volgoitalia #volgosiena #florence #firenze #toscana #tuscany #igers #igersitalia #italy #iloveitaly #igersfirenze #igerstoscana #italiainunoscatto #littlefirenze #art #architecture #fun #turismo #turist #ig_firenze #besttoscanapics #visitflorence #tuscanybuzz #loves_madeinitaly #theflorentine #discovertuscany

Stanotte una #superluna #supermoon #goodnight #night #nighttime #TagsForLikes #sleep #sleeptime #sleepy #sleepyhead #tired #goodday #instagood #instagoodnight #photooftheday #nightynight #lightsout #bed #bedtime #rest #nightowl #dark #moonlight #moon #out #passout #knockout #knockedout


Auguri di Buon Natale

Prima di entrare nel turbinio dei messaggi che invieremo per augurare Buon Natale utilizzo questo mezzo per fare i miei Auguri di un sereno Santo Natale.

Uso le parole prese da l’Omelia della notte di Natale del 2013 di Papa Francesco:

 “I pastori sono stati i primi (…) a ricevere l’annuncio della nascita di presepeauguriGesù. Sono stati i primi perché erano tra gli ultimi, gli emarginati. E sono stati i primi perché vegliavano nella notte, facendo la guardia al loro gregge. E’ legge del pellegrino vegliare, e loro vegliavano. Con loro ci fermiamo davanti al Bambino, ci fermiamo in silenzio. Con loro ringraziamo il Signore di averci donato Gesù”.

“Il Signore ci ripete: Non temete’. Come hanno detto gli angeli ai pastori: ‘Non temete’. E anch’io ripeto a tutti voi: Non temete! Il nostro Padre è paziente, ci ama, ci dona Gesù per guidarci nel cammino verso la terra promessa. Egli è la luce che rischiara le tenebre. Egli è la misericordia: il nostro Padre ci perdona sempre, Egli è la nostra pace”

 
Spesso siamo presi da altri pensieri e non siamo a “vegliare”, pronti come dovremmo, ma rimane la certezza che non abbiamo da temere perché il Padre è sempre pronto a perdonarci.

Buon Natale   


Il giorno più corto che ci sia

Mi importa poco che oggi sia davvero il giorno più corto dell’anno, ma oramai da quasi 50 anni è un ritornello che mi ritorna in mente quando ci avviciniamo al Natale e le giornate, tolta l’ora legale, iniziano ad avere molte ora di buio. Nel ripetere il ritornello  c’è la consapevolezza che comunque tra poche settimane apprezzeremo il sole che sorge prima e tramonta sempre più tardi e con esso crescerà la voglia di primavera e di estate.

Io non so se oggi sia il più corto ma so che non tutti i giorni sono uguali, ci sono quelli che non finiscono mai, quelli che vorresti che non finissero mai, quelli che vorresti finissero il prima possibile. E per questo non esiste nessuna teoria della relatività che ti possa aiutare a modificare l’effetto.

Non ho voglia di fare nessun riferimento alla politica, il pensiero dei giorni che ci attendono da qui a giugno, è sufficiente a farmi pensare che andiamo incontro a giorni che saranno molto lunghi.

 

 


Perdere non è mai facile

E’ stata una lunga ed impegnativa campagna referendaria. Dopo tanto impegno l’unica consolazione è avercela messa tutta per sostenere quello che credevo fosse la scelta giusta ed opportuna in questo momento per il paese.

33.243.845 sono stati gli italiani che sono andati a votare ed hanno espresso la propria scelta, non ci sono margini interpretativi in referendum: o vince il SI o vince il No. In questo caso ha vinto il No. La riforma proposta dal parlamento è stata bocciata. Questo è un dato inequivocabile. Ed io ero tra i sostenitori del SI ed insieme al Premier\Segretario, nonostante quello che ha detto ieri sera, ho perso anch’io. Ho perso perché ho messo impegno e risorse per convincere le persone che “sì” fosse la scelta giusta, perché  il “sì” era la scelta del mio partito, perché questa riforma era frutto del lavoro del parlamento a maggioranza PD che ho sostenuto nonostante le molte difficoltà.

Adesso le grandi riforme di questo paese dovranno essere fatte con altri strumenti perché come diciamo da oltre 30 anni, “abbiamo bisogno di riforme” , ma il modo scelto è sempre sbagliato e le riforme dovranno essere fatte “in altro modo”. Anche stavolta le riforme in questo paese le faremo (quando?) in “un altro modo”.

Non voglio addentrarmi in una valutazione politica su questo referendum: in queste ore ci sono tantissimi esperti a farlo in modo egregio e articolato. Una solo costatazione: ma i poteri forti che avevano già deciso  che doveva vincere il SI dove erano ieri?

Credo che il malessere del paese sia profondo, nessuna forza politica o sociale sembra interpretare in pieno questo malessere o in grado di ricevere  la fiducia per poter provare ad uscire da questo lunga crisi. 

Personalmente, l’ho già scritto molte volte e lo confermo ancora oggi dopo questa sconfitta, credo il Partito Democratico abbia le risorse al proprio interno, umane e valoriali, per svolgere questo arduo compito. Deve avere il coraggio di aprirsi e guardare al futuro, cosciente della situazione in cui ci troviamo, senza perdere di vista i principi ed i valori sui quali è stato fondato ma senza ricorrere a formule del passato alle quali  la maggioranza degli italiani non crede più. Io sono convinto che ce la possa fare.    

Personalmente sono amareggiato, non è facile perdere, soprattutto se si combatte per qualcosa e non contro qualcuno. La voglia di continuare a combattere per cambiare, in meglio, questo paese rimane intatta anche dopo questa sconfitta.

Finché avrò la convinzione che il mio contributo possa servire a questa causa continuerò ad impegnarmi.